HOME DIECI ANNI
VIDEO NEWSLETTER
FOTO CHI SIAMO
ANTENNE E LEGGI 1
LE REGOLE

LE NORME NAZIONALI
FISSANO BUONI LIMITI
PER L’ELETTROSMOG
MA DANNO AI GESTORI
QUASI CARTA BIANCA
SU TUTTO IL RESTO
1. Le norme attualmente vigenti in Italia sono rappresentate dal Codice delle Comunicazioni e dal Decreto Legislativo 381/98 sui limiti di esposizione. I valori limite sono i più cautelativi al mondo, insieme alla Svizzera, e sono il risultato concreto delle battaglie condotte dai Comitati di cittadini nel nostro paese.
2. Il Codice delle Comunicazioni ha da un lato messo ordine in quello che era diventato un ginepraio di regole diverse da regione a regione e da città a città, ma ha anche invaso la potestà degli enti locali, togliendo loro strumenti efficaci per governare lo sviluppo delle reti wireless, ruolo di coordinamento peraltro previsto dallo stesso Codice. Un classico all’italiana. 3. Risulta possibile, ma difficile, per le Regioni e per i Comuni gestire i Piani di sviluppo delle reti in modo da compenetrare le esigenze dei gestori con quelle più generali della popolazione. Questo ha limitato in Italia la diffusione delle reti di micro e nanocelle, stazioni radio base di alta qualità del servizio, ma di bassa potenza e non invasive dal punto di vista paesaggistico.
  LEGGI, NORME E REGOLAMENTI SULLE ANTENNE  | 1 | 2 | 3 |
LA LEGGE NAZIONALE I LIMITI DI ESPOSIZIONE
CODICE DELLE COMUNICAZIONI (PDF)
Le norme nazionali vigenti, importante soprattutto la Sezione IV  LEGGI
LIVELLI E SOGLIE CEM (PDF)
Il decreto 381/98 che fissa i limiti per l’elettrosmog  LEGGI
Sitwe Meter