HOME DIECI ANNI
VIDEO NEWSLETTER
FOTO CHI SIAMO
ANTENNE E LEGGI 3
IN EUROPA

L’UNIONE RACCOMANDA
DI LIMITARE AL MASSIMO
L’ELETTROSMOG
ANCHE LA SVIZZERA
HA NORME CAUTELATIVE
E LIMITI ELEVATI
  1. Se l’Italia, grazie alle battaglie dei cittadini, ha un obiettivo di qualità di 6 Volt/metro per l’esposizione massima della popolazione, come valore limite europeo è indicato quello di 20 V/m. Ma il Consiglio Europeo, sin dal 1999 e senza avere mai cambiato questa posizione, raccomanda ai Paesi dell’Unione di limitare al massimo possibile l’esposizione dei cittadini ai campi elettromagnetici. A questo scopo, la tecnologia offre soluzioni efficaci. Si tratta di un pronunciamento di principio, ma di altissimo valore politico e di chiaro indirizzo, da considerarsi come linea guida per l’Europa. Ad esso è importante e legittimo richiamarsi costantemente.
2. Successivamente, l’Ufficio europeo per la valutazione per le scelte scientifiche e tecnologiche (STOA) ha emanato un documento nel quale raccomanda a Stati e industria di porsi una serie di obiettivi sensati, come per esempio limitare al massimo l’uso dei telefonini da parte dei bambini e creare reti che utilizzano potenze radio molto basse, il che è possibile. 3. Insieme all’Italia, il paese al mondo che ha i limiti di radiofrequenza più cautelativi per la popolazione è la Svizzera. L’obiettivo di qualità è ancora più basso del nostro (4 V/m) e le regole imposte agli operatori delle reti sono di una semplicità e di una efficacia straordinarie. Anche le spiegazioni ai cittadini si distinguono per la loro chiarezza esemplare.
  LEGGI, NORME E REGOLAMENTI SULLE ANTENNE  | 1 | 2 | 3 |
RACCOMANDAZIONI EUROPEE LE NORME ELVETICHE
LIMITARE L’ESPOSIZIONE (PDF)
Linee guida Consiglio Europeo  LEGGI
Raccomandazioni UE-STOA
  LEGGI
LA SVIZZERA MEGLIO DI NOI (PDF)
Testo dell’Ordinanza CH-ORNI  LEGGI
Note esplicative CH-ORNI
  LEGGI
Sitwe Meter