HOME DIECI ANNI
VIDEO NEWSLETTER
FOTO CHI SIAMO
PIANO SOTTOSUOLO 1
IL FUTURO

MONZA PRIMA IN ITALIA
HA UN PIANO PER
L’USO DEL SOTTOSUOLO
CHE CONSENTIRA’
LA NASCITA DI CUNICOLI
MULTIFUNZIONALI
1. Dal dicembre 2007 Monza ha
un Piano Urbano Generale del Sottosuolo (PUGSS), prima città in Italia a vararlo. Consente di pianificare lo sviluppo di cunicoli tecnologici multifunzione, da noi proposti sin dal 1999 dopo il varo di una direttiva del Ministro per le Aree Urbane, d’intesa con l’Associazione dei Comuni.
2. In questo campo, le esperienze maggiori sono delle città americane, nelle quali l'uso del sottosuolo per i servizi si pratica addirittura sin dalla fine dell'800, tanto che nelle città esistono oggi veri e propri labirinti sotterranei. Ma anche molte città europee, grandi e medie, hanno realizzato negli anni cunicoli che si sono rivelati miniere d’oro per le casse comunali. 3. La domanda di spazio sotterraneo per sviluppare reti tecnologiche è infatti in verticale aumento da parte di società private che vanno da quelle di telecomunicazione ai distributori di gas, acqua e teleriscaldamento. Anche sistemi di raccolta dei rifiuti, come a Barcellona e Stoccolma. La logica è nascondere sottoterra ciò che è brutto ed evitare i continui scavi.
 IL FUTURO DI MONZA SOTTERRANEA  | 1 | 2 | 3 |
FUTURO UNDERGROUND RISPETTO DELL’AMBIENTE
PIANO DEL SOTTOSUOLO (mappa)
Cunicoli tecnologici previsti dal Pugss nella zona ovest di Monza   GUARDA
SOTTO, MA SOSTENIBILE (PDF)
Regole ecologiche della città sotterranea secondo Montreal   LEGGI
Sitwe Meter