HOME DIECI ANNI
VIDEO NEWSLETTER
FOTO CHI SIAMO
PIANO SOTTOSUOLO 2
MINITUNNEL

SE SI CONSIDERANO
INVESTIMENTI,
COSTI MA ANCHE RICAVI
QUESTE GALLERIE
SONO NON SOLO UTILI
MA CONVENIENTI
1. La città moderna nasconde sottoterra la sua ragnatela di reti e servizi. Quelli che vedete qui a destra sono esempi di cunicoli tecnologici ispezionabili di grandi e medie città europee. Un adeguato investimento iniziale è necessario, ma l’affitto degli spazi consente introiti per decenni, e le reti sono in aumento.
2. Non si creda: realizzare questi cunicoli sotto le strade non costa poi così tanto, anzi è economico se si considerano gli oneri totali.
Si scava una volta sola, non si squarcia più per manutenzioni o ampliamenti. Si può lavorare sotto mentre sopra la vita continua e il traffico scorre. Ma i Comuni devono promuovere queste opere, per poi concederle in uso.
3. Quando è stato discusso a Monza il Piano del Sottosuolo elaborato dall’arch. Viganò e poi varato nel 2007, prevedeva un primo cunicolo sperimentale in zona Largo Mazzini. Alcuni assessori e funzionari hanno posto resistenze, osservando che “i costi sono elevati, chi paga?”. Non li ha nemmeno sfiorati l’idea di stendere un business plan con investimenti, costi e ricavi.
 IL FUTURO DI MONZA SOTTERRANEA  | 1 | 2 | 3 |
SEGRETI SOTTERRANEI SAPEVATE CHE ...
NEW YORK DI SOTTO (grafica)
Schema base dei sottoservizi a partire dalla metà del ’900   GUARDA
“BUCO” SELVAGGIO
Tutti i Comuni lamentano di non riuscire a coordinare gli scavi stradali.
Sitwe Meter