HOME DIECI ANNI
VIDEO NEWSLETTER
FOTO CHI SIAMO
COSA RESPIRIAMO 2
KILLER FINI

MISURE E ANALISI
EFFETTUATE A MILANO
HANNO TROVATO
NELLA NOSTRA ARIA
ANCHE ARSENICO
E METALLI PESANTI
  1. Nell’aria di Lombardia, in particolare nella zona di Milano e Monza, c’è davvero di tutto. Test eseguiti dal Centro Nanodiagnostics di Modena, in collaborazione con il dipartimento ambiente dell’ Università Bicocca, hanno rilevato ben altre sostanze rispetto ai soliti ossidi, Pm10 e idrocarburi.   2. Il grande nemico sono in realtà le polveri finissime (PM 2,5), un particolato di dimensioni invisibili, composto soprattutto da sostanze metalliche, capace non solo di entrare nei polmoni, ma addirittura di passare direttamente al sangue, arrivando anche al cuore, che ne può restare danneggiato.
3. Le misure hanno innanzi tutto rilevato 150-200 microgrammi per metrocubo di polveri contro i 50 ammessi come limite massimo. Le analisi molecolari sui campioni raccolti hanno mostrato la presenza di ossigeno e carbonio, ma anche di ferro, piombo, calcio, silicio, alluminio, zolfo, zinco, rame, cromo, stagno, arsenico, manganese, tutte sostanze non biodegradabili. 4. Questi metalli erano allo stato puro o anche combinati in leghe note e meno note, usate e meno usate, come gli aggregati di PM1 arsenico-zinco e arsenico- rame. Parecchie le fibre di silicio, cioè veri e propri aghi di vetro capaci di penetrare gli alveoli polmonari. Scoperta anche una lega del tutto sconosciuta in metallurgia, con atomi di piombo e stagno.
  LA TERRIBILE ARIA DI LOMBARDIA  | 1 | 2 |
PARTICOLATO E POLMONI CHE COSA RISCHIAMO
INSIDIOSE POLVERI FINI (Grafica)
Fin dove possono arrivare dentro di noi i PM10 e i finissimi PM 2,5  GUARDA
POLVERI FINISSIME E SALUTE (PDF)
Che cosa dice il Cnr su PM 2,5 ed effetti sull’organismo umano  LEGGI
Sitwe Meter