HOME DIECI ANNI
VIDEO NEWSLETTER
FOTO CHI SIAMO
  FONDARE E GESTIRE UN COMITATO DI CITTADINI
ORGANIZZARSI / 4
I SILENZI

CHE INIZIATIVE
SI DEVONO ASSUMERE
QUANDO UN ENTE
NON RISPONDE
ALLA NOSTRA ISTANZA
MAI RINUNCIARE
  1. Le leggi italiane sulla trasparenza degli atti pubblici e sulla partecipazione prescrivono agli Enti che sia dovuta una risposta entro sessanta giorni.
Talvolta, però, ci provano con il silenzio e la risposta non arriva.
In questo caso, occorre sollecitarla con una Lettera Raccomandata, ponendo il termine di 15 giorni.
 
2. Se il silenzio persiste, bisogna rivolgersi al Difensore Civico segnalando il problema. Se il Difensore Civico comunale non esiste, oppure è vacante o non è competente, il riferimento diventa il Difensore Civico Regionale. 3. Qualora anche questi non rispondesse o non ottenesse risposte, le cose si complicano un po’. A seconda dei casi, un esposto può essere presentato al Prefetto, oppure al TAR, o ancora al Giudice civile. Occorre un legale.
 | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
IL PRIMO DOCUMENTO SCRIVERE AGLI ENTI
ATTO COSTITUTIVO (PDF)
Testo-tipo per costituire un’associazione avanti al Notaio  LEGGI
TRACCIA DI ISTANZA (PDF)
Testo-tipo per istanze da presentare agli Enti pubblici  LEGGI
Sitwe Meter