Expo? Monza invisibile

SUI SITI WEB INTERNAZIONALI NON ESISTE, E NON SOLO...

teodolinda-5rCi siamo posti una domanda: ma com’è l’immagine di Monza agli occhi di un potenziale turista? La risposta è: Monza è praticamente invisibile al mondo. Se poi qualcuno dovesse arrivare, troverebbe ad accoglierlo situazioni di degrado che danno un’immagine distorta e negativa della città. Perché invisibile? Perché Monza non è adeguatamente presentata o pubblicizzata, nemmeno sul web.

Utilizzando i motori di ricerca inglesi, spagnoli, russi e cinesi compare oltre la ottava/quindicesima pagina persino il sito turistico sponsorizzato da Camera di Commercio, Provincia e Comune, il quale ha per la verità una versione in inglese, ma con una traduzione discutibile.

Più che dignitosi il sito della Reggia e quello del Museo del Duomo, ma entrambi modesti rispetto ad altre città d’arte o turistiche europee, e comunque soltanto in lingua italiana. Nessuna presenza efficace ai fini promozionali nemmeno sui social network e nessuna presenza significativa, men che meno promozionale, sulle prime dieci pagine di ricerca dei portali video come Youtube o Dailymotion.

Ma la nostra città è invisibile persino a chi arrivasse dagli aeroporti utilizzando le tangenziali. Il nome di Monza non compare sulla segnaletica riepilogativa, men che meno con la gerarchia di solito assegnata ad un capoluogo di provincia, o comunque ad una grande città quale è. Solo all’imbocco della Tangenziale Nord, a Cologno, il nome Monza è indicato, ma in una tabella poco evidente che elenca diversi centri minori come Cinisello o Giussano.

Comunque, se un turista testardo – straniero o italiano – alla fine arrivasse a Monza, come sarebbe accolto? In treno, troverebbe una stazione in condizioni penose. Anche dal sistema autostradale (quindi dagli aeroporti o dall’area Expo), incontrerebbe biglietti da visita sinonimi di degrado.

Uscendo dalla galleria della SS36 verso la Villa Reale, c’è un tratto di viale Lombardia scalcinato. Entrando in città dalla parte di Sesto San Giovanni, prima di via Borgazzi, poche centinaia di metri in carico alla Provincia di Milano sono in condizioni penose, peggiorate dal degrado del cavalcavia della A4. Per chi dovesse arrivare dalle autostrade da Est, il biglietto da visita di Monza è il viale Sicilia, anch’esso in condizioni pessime. 

© 2015 Comitato San Fruttuoso 2000 - riproduzione consentita con citazione della fonte

I cookies ci aiutano ad offrirvi un servizio migliore. Navigando questo sito, accettate che il sistema possa memorizzarli e leggerli sul vostro dispositivo in base alla nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.