La banda s’allarga

A MONZA LA FIBRA OTTICA SI ESPANDE IN STANDARD “ULTRA”

banda largaQuando si dice “banda larga” per internet, spesso si intende una velocità tra i 15 e i 20 Megabit al secondo. A Monza Telecom e Fastweb stanno sviluppando la rete con questo obiettivo. Ma la nostra città è una delle prime in Europa a sperimentare anche la banda ultralarga, che consente 300 megabit e sviluppi sino al record di un Gigabit al secondo. Insomma, il futuro della rete è già a portata di mano.

La sperimentazione BUL (banda ultra larga) è iniziata nel 2012 in zona ospedale per abitazioni e facoltà di medicina e tra Monza e Concorezzo per le aziende. La nostra città se l’è aggiudicata con fondi statali e regionali grazie all’insistenza dell’assessore comunale Cesare Boneschi, al quale la nostra associazione aveva illustrato, con l’aiuto di esperti, l’importanza di questa infrastruttura tecnologica.

Sin dal 2005 questa associazione aveva documentato il Comune sull’urgenza di sviluppare reti di telecomunicazione veloci via fibra ottica, indicando una strada economicamente sostenibile praticata a Tokyo, strada che poi - con la sperimentazione BUL - è stata percorsa: usare i tubi della fognatura e quelli dell’illuminazione pubblica per far passare i cavi.

Il costo maggiore dello sviluppo della rete ottica, infatti, è rappresentato dal cosiddetto “ultimo miglio”, cioè il collegamento capillare sino alle singole unità abitative o commerciali. Usando tubi già esistenti (il diametro della fibra è modesto) il risparmio è notevole.

Dal 2014 Telecom Italia, Fastweb e Vodafone hanno iniziato a sviluppare a Monza la tecnologia FTTC (fiber to the cabinet). La fibra ottica viene portata sino agli armadi di strada, ma poi il collegamento con gli utenti è - nel tratto finale - ancora affidato ai vecchi fili in rame. Ci sono aspetti positivi e negativi. La velocità media dei collegamenti può aumentare sino a 20/40 Mbit effettivi, ma non raggiungere la capacità della fibra ottica posata sino nelle case e negli uffici. La implementazione di questa tecnologia, tra l'altro, diventa un freno allo sviluppo della vera banda ultralarga BUL. 

© 2014 Comitato San Fruttuoso 2000 - riproduzione consentita con citazione della fonte

 

I cookies ci aiutano ad offrirvi un servizio migliore. Navigando questo sito, accettate che il sistema possa memorizzarli e leggerli sul vostro dispositivo in base alla nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.