Antenne sostenibili

ABBIAMO REGOLE EFFICACI, MA C'E' DA FARE ANCORA MOLTO

antenneAntenne sostenibili, Monza comincia ad averle. Questo grazie a strumenti urbanistici ed edilizi di avanguardia per limitare rischi e danni, anche se c'è ancora molto da fare. I rischi sono quelli per la salute quando le emissioni sono troppo potenti e troppo vicine alle abitazioni. I danni sono estetici ed economici, visto che una casa con un'antenna in vista vale fino al 30% in meno sul mercato immobiliare.

Le regole monzesi efficaci sono state sviluppate tra il 1996 ed oggi, grazie alla sensibilità dimostrata da quasi tutti i pubblici amministratori - di colori diversi - ai quali la nostra associazione ha chiesto attenzione e proposto soluzioni. Sintetizzando al massimo, la nostra città ha il massimo di tutela per scuole e ospedali che la legislazione nazionale e quella regionale consentono. Inoltre, l'insediamento di una stazione radio base delle telecomunicazioni, quando è alta sopra un edificio basso, comporta l'obbligo edi un mascheramento edilizio.

Esistono purtroppo anche a Monza molte stazioni radio base imponenti e invasive, tralicci o pali da terra che mal si integrano con il panorama della città. Si tratta quasi sempre di antenne potenti e a lungo raggio, che gestiscono "celle" molto grandi. La soluzione sostenibile è quella di frazionare le celle, aumentando il numero delle antenne, ma piccole e facilmente mascherabili. In questo modo si hanno campi elettromagnetici più bassi e quindi meno rischi per la salute, ma anche una più alta qualità tecnica delle comunicazioni.  

© 2013 Comitato San Fruttuoso 2000 - riproduzione consentita con citazione della fonte

I cookies ci aiutano ad offrirvi un servizio migliore. Navigando questo sito, accettate che il sistema possa memorizzarli e leggerli sul vostro dispositivo in base alla nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.