Otto buone ragioni per Monza Metrò

SI RICAVANO DA DATI STATISTICI UFFICIALI E STUDI QUALIFICATI

metro10-5rSono tanti i motivi validi per realizzare un metrò che colleghi Monza a Milano e che serva la nostra città fino all’Ospedale San Gerardo e alla Villa Reale. Ne abbiamo identificati otto che qui elenchiamo in estrema sintesi. Sono ragionamenti che gli Enti pubblici sono in grado di fare, poichè si fondano su quei dati ufficiali che essi usano, o dovrebbero usare, per compiere valutazioni e sviluppare una corretta programmazione.

Ma in base a che cosa la realizzazione di una MM a Monza, da sud a nord, è giustificata e urgente? Ecco otto buoni motivi (tra parentesi la fonte dei dati citati).

Perché la M1 in costruzione sino a Bettola serve Cinisello e Sesto, non Monza.

Perché Monza e Brianza sono, insieme a Napoli, le aree in Italia con la più alta densità di abitanti per kmq (ISTAT), elemento chiave per costruire una metro.

Perché Monza e Brianza sono perennemente intasate di traffico e per spostarci impieghiamo tempi lunghissimi ad una media di 32 km/ora (Osservatorio Mobilità UnipolSai), la velocità più bassa di tutta la Lombardia.

Perché Monza è una delle città più inquinate d’Europa (Legambiente) e tra le cau­se c’è sicuramente la mancanza di un trasporto collettivo efficiente.

Perché Monza ha il record nazionale di automobili, in media 7 ogni 10 abitanti neonati inclusi (Ufficio Statistico comunale), una scelta obbligata proprio a causa del trasporto pubblico storicamente carente.

Perché se è giusto e utile aumentare il numero delle stazioni urbane sulla ferrovia Milano-Chiasso, questo non può bastare (Comitati Pendolari) e la frequenza dei treni “S” non potrà essere ulteriormente aumentata (Regione Lombardia) a causa della prevalente destinazione d’uso della linea per le merci internazionali.

Perché la crisi economica ha fatto salire a livello esponenziale la domanda di tra­sporto pubblico (ISFORT), purchè sia moderno, efficiente, flessibile, frequente.

Perché solo una MM può portare a Monza più visitatori e contribuire a dare alla Villa Reale, al Duomo e al parco il ruolo turistico e culturale che meritano, con riflessi positivi per i settori commercio e servizi. 

© 2014 Comitato San Fruttuoso 2000 - riproduzione consentita con citazione della fonte

Video Metrò

I cookies ci aiutano ad offrirvi un servizio migliore. Navigando questo sito, accettate che il sistema possa memorizzarli e leggerli sul vostro dispositivo in base alla nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.