Energia fai-da-te

MONZA POTREBBE PRODURRE FINO AL 40% DI QUELLA CHE USA

fotovoltaicoMonza ha un moderno piano energetico, è uno dei pochi grandi comuni italiani. L’obiettivo che si pone è di arrivare a produrre in modo alternativo almeno il 20% dei consumi elettrici in città. Ma al momento è rimasto solo sulla carta, nonostante la possibilità di avere sussidi statali e regionali per enti pubblici, imprese e famiglie. Monza potrebbe produrre in proprio quanto una media centrale elettrica da 200 GigaWatt.

I pannelli fotovoltaici sono la chiave dell’energia fai da te. L’analisi delle superfici disponibili e adatte per la posa di pannelli, cioè tetti e terreni, mostra a Monza una disponibiltà di oltre 2 milioni di mq, che coinvolge più di 17mila edifici. Se tutta questa disponibilità fosse utilizzata, si arriverebbe addirittura a produrre il 40% del fabbisogno della nostra città.

Gli edifici più adatti alla posa di pannelli capaci di trasformare la luce del sole in energia elettrica sono quelli con tetti piatti, quindi in particolare gli edifici industriali. Sono stati censiti e sono 1.870, per una superficie netta utile di 1.300mila mq. Più della metà sono appunto capannoni, mentre il 33% è rappresentato da case di abitazione e il 12% dagli edifici pubblici. 

Fra le strutture che potrebbero consentire grossi impianti per la produzione di energia fotovoltaica c’è l’ospedale San Gerardo, con 15mila mq di superficie utile e una potenzialità di oltre 1 GigaWatt/ora/anno.

© 2017 Comitato San Fruttuoso 2000 - riproduzione consentita con citazione della fonte

 

I cookies ci aiutano ad offrirvi un servizio migliore. Navigando questo sito, accettate che il sistema possa memorizzarli e leggerli sul vostro dispositivo in base alla nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.