Sud tunnel, lavori urgenti

ABITAZIONI E NEGOZI DA METTERE IN SICUREZZA AL PIU’ PRESTO

operai AnasLa mega galleria di Monza della SS36 è aperta da aprile 2013, ma a luglio ancora sono in corso lavori conclusivi attorno alle due rampe di ingresso e uscita del tunnel. Sono urgenti interventi per la messa in sicurezza soprattutto a Sud, dove si affacciano attività commerciali e abitazioni che attendono controviale e marciapiede. Invece Anas ha comunicato che finirà prima la parte Nord della vasta area di cantiere.

A fine giugno 2013 c’è stato anche un incidente che ha coinvolto un camion e una moto, il conducente della quale è morto. Sarà l’inchiesta a stabilire se ci sia un nesso tra la condizione del cantiere e l’accaduto, però il tratto a sud della Statale, dove c’è l’innesto della strada di superficie monzese, appare pericoloso nonostante la segnaletica.

A nostro avviso, Anas dovrebbe preoccuparsi innanzi tutto di mettere in sicurezza il tratto compreso tra l’uscita della galleria verso Milano e l’inter­sezione con via De Vizzi di Cinisello. Qui ci sono negozi e abitazioni che si affacciano direttamente sulla SS36, in condizione di vero e proprio perico­lo per i pedoni e con evidente forte disagio gene­rale.

In questa parte all’estremo Sud dell’intervento, la prevista strada comunale complanare alla Statale, riservata ai residenti, con marciapiede e illumina­zione pubblica, dovrebbe avere a nostro avviso la priorità su qualsiasi altro lavoro. Si tratta, per di più, di poche centinaia di metri.

Anas ha comunicato l’intenzione di cominciare, invece, da Nord. La scelta di iniziare dalla zona Nord lascia perplessi anche per un’altra ragione niente affatto secondaria. Forse era meglio utiliz­zare i mesi estivi con traffico ridotto per proce­dere nel­la parte verso Milano, quella compresa tra l’inter­sezione con via Cavallotti e il confine con Cini­sello. E’ infatti in questa direzione, da Monza città verso le autostrade, che c’è il mag­giore ca­rico di traffico in uscita ed entrata nelle ore di punta del mattino e della sera. A Nord, per eliminare  l’in­golfamento temporaneo del Rondò dei Pini, sarebbe sufficiente aprire al traffico la rampa di accesso dall’ex via­le Lombardia alla SS36 entro fine giugno 2013 e non a settembre, come inizialmente annunciato.

© 2013 Comitato San Fruttuoso 2000 - riproduzione consentita con citazione della fonte


I cookies ci aiutano ad offrirvi un servizio migliore. Navigando questo sito, accettate che il sistema possa memorizzarli e leggerli sul vostro dispositivo in base alla nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.