I “segreti” del Tunnel

 cantiereInquinamento in bottiglia

Esistono ancora, a casa di alcuni associati, bottiglie che sono state chiuse e sigillate sul viale Lombardia nel giugno 1998. Sono bottiglie di smog della SS36, quello smog che il tunnel - con il suo impianto di disinquinamento - ha ridotto di oltre l’80 per cento.

Teodolinda e il Faraone

Per mettere a tacere le numerose voci che erano contrarie al progetto e lo definivano “faraonico”, nel novembre 2006 organizzammo al Binario 7 la proiezione di un documentario sul “Big Dig” di Boston, un tunnel di 14 chilometri a sei corsie per senso di marcia - quello sì faraonico - realizzato in parte sottoterra, in parte sul fondale marino.

Una ruspa per Di Pietro

Nel gennaio 2008, dopo un nostro appello scritto, il ministro delle infrastrutture Antonio Di Pietro venne a Monza per annunciare che aveva sbloccato i fondi per la realizzazione del tunnel. Gli regalammo una ruspa giocattolo, per fargli capire che noi stavamo comunque aspettando l’inizio dei lavori. Davanti ai fotografi, Di Pietro sorrise, ma sibilò a denti stretti: “Questa trappola non mi piace...”.

Formigoni prigioniero

In una delle tante fasi difficili, il presidente di Confindustria MB Carlo Edoardo Valli, che è sempre stato favorevole al progetto, ci diede una mano. Avendo ospite a Monza il presidente della Regione Lombardia Formigoni, senza preavvisarlo lo fece entrare in una stanza nella quale c’era una nostra delegazione ad aspettare. Valli uscì subito e lo lasciò solo. Formigoni non riuscì ad andarsene fino a quando non promise, davanti a venti persone, che sarebbe intervenuto per rilanciare il progetto di tunnel.

Numeri del tunnel

Sono impressionanti i numeri di questa galleria, che ha impianti di sicurezza sofisticati mai installati, al marzo del 2013, in una galleria in Europa e che ha richiesto alla fine 100 milioni di euro di investimento. 350mila metri cubi di calcestruzzo, 33mila tonnellate di acciaio per le armature, 9mila travi prefabbricate per il tetto (da 15 metri e in parte 24 metri di lunghezza), 27mila metri di pali di fondazione (in alcuni casi profonde fino a 22 metri), 37mila viaggi notturni di camion per rimuovere tutta la terra e svuotare le due canne.

© 2013 Comitato San Fruttuoso 2000 - riproduzione consentita con citazione della fonte

TUTTO SUL TUNNEL GREEN DI MONZA E SOPRA LA GALLERIA UN PARCO

I cookies ci aiutano ad offrirvi un servizio migliore. Navigando questo sito, accettate che il sistema possa memorizzarli e leggerli sul vostro dispositivo in base alla nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.