Storia di una battaglia

Ottobre 2008. Una delegazione dei Comitati per la Galleria, accompagnata dall'on. Paolo Grimoldi, incontra a Roma dirigenti Anas e funzionari del Ministero Infrastrutture. Argomento: dotare il tunnel della SS36 di un impianto di filtraggio aria e disinquinamento, così come prescritto dalle più recenti direttive europee. La richiesta viene vagliata e, alla fine, accolta.

Marzo 2009. A Regione, Provincia e Comune proponiamo, per il futuro sopratunnel, di prolungare il metrotram Milano-Cinisello sino a Monza. Idea sostenuta da 8mila firme di cittadini.

Luglio 2009. Iniziano gli scavi veri e propri per il tunnel di Monza sulla S.S.36 e viene abbattuto, in un mese, il cavalcavia di San Fruttuoso. Iniziano le più forti difficoltà per il traffico locale.

Settembre 2009. Il caos viabilistico è al massimo. Chiediamo al Prefetto di coordinare gli interventi di Polizia Stradale e Polizia Municipale e, al Comune, di regolare manualmente i semafori agli incroci. Le code restano, ma la situazione si stabilizza in misura tollerabile.

Ottobre 2009. I cinque Comitati per la Galleria invitano Sindaco, assessori e consiglieri comunali ad un sopralluogo sull'area dell'ex cavalcavia ormai abbattuto. Dall’alto di un palazzo di otto piani si vede uno spazio enorme liberato a vantaggio della città.

Maggio-Luglio 2010. Con una lettera in dialetto al sindaco Mariani sollecitiamo che il Comune chieda la modifica sostanziale della parte sopratunnel del progetto, che sino a questo momento prevede un viale a sei corsie uguale a prima. Mariani coinvolge la Regione è la strada diventa un “boulevard” a quattro corsie. E' un passo avanti, ma non basta. Ne riparleremo.

Ottobre 2010. Ad un solo anno dall’inizio, i lavori sono in ritardo. Emergono difetti del progetto preliminare e modifiche necessarie per 50 milioni di euro. La Conferenza dei Servizi le approva, ma la data di fine lavori viene spostata al novembre 2013.

Novembre 2010. Su proposta della nostra Associazione, l’impresa costruttrice Impregilo viene impegnata a lavorare 24 ore su 24 in cambio di un premio di risultato se la conclusione del cantiere sarà anticipata a marzo 2013.

I cookies ci aiutano ad offrirvi un servizio migliore. Navigando questo sito, accettate che il sistema possa memorizzarli e leggerli sul vostro dispositivo in base alla nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.