Ci vorrà tempo perchè gli indirizzi stabiliti dal Piano entrino in funzione, ma porteranno notevoli benefici. Innanzi tutto per una razionalizzazione delle reti, specie quelle di telecomunicazione in continuo sviluppo. E poi per la conseguente riduzione dei cantieri stradali.
Tra l'altro, il Piano prevede la realizzazione di alcuni “cunicoli tecnologici” sulle principali direttrici delle reti, cioè la raccolta dei tubi di gas e acqua e dei vari cavi in piccole gallerie ispezionabili, il che significa - nelle strade interessate - fine per sempre agli scavi per riparazioni o posa di nuove reti, quel “fa e disfa” che irrita molto i cittadini utenti della strada e i residenti.

Questa è una prospettiva importante per la città, ma trova molte resistenze perchè comporta una riduzione drastica di alcuni tipi di lavori stradali, con conseguenze negative sul settore edilizio/stradale. Ma se si ragiona in termini economici guardando all’interesse di tutti, sia per la spesa pubblica che per i costi privati di mobilità, i cunicoli tecnologici sono una soluzione perfetta per le aree densamente urbanizzate e per le strade molto battute.

© 2013 Associazione HQMonza - riproduzione consentita con citazione della fonte

Image is not available
dal 1996

Idee e proposte per il quartiere

Image is not available
Penso
che...

Le analisi del nostro portavoce

Image is not available
2006-2015

Cinque gruppi, due quartieri

Image is not available
1997-2007

Dodici associazioni insieme

Slider