L’obiettivo non è solo quello di migliorare la fruibilità della ciclabile, ma quello più importante e ambizioso di creare un corridoio ideale per il mantenimento della biodiversità, secondo i più aggiornati criteri ambientali. Nei paesi in cui sono state realizzati canali verdi in questo modo, si è verificato che sono serviti anche a favorire le migrazioni naturali di uccelli e di piccoli animali, come porcospini e scoiattoli.
A nostro avviso, ora Monza dovrebbe progettare un’altra ciclabile (con verde laterale ampio) sull’asse Est-Ovest, più una circolare intermedia. La ciclabile Villoresi andrebbe inoltre ben connessa a Parco e Villa Reale.

Lungo la ciclabile del Villoresi si erano evidenziati, nei primi anni, alcuni difetti costruttivi che però sono stati quasi tutti messi a posto durante una manutenzione straordinaria del canale da parte dell’Ente gestore. In quell’occasione è stato anche eseguito un taglio delle robinie cresciute lungo l’argine, fatto comprensibile dal punto di vista della tenuta dell’alveo artificiale, un po’ meno accettabile dal punto di vista ambientale e green.

Restando in tema di biciclette, notiamo come il servizio di trasporto pubblico potrebbe offrire biglietto del bus più bici a noleggio, come accade a Parigi, per incentivare l’uso e l’integrazione dei mezzi di trasporto alternativi all’auto.

© 2017-2019 Associazione HQMonza - riproduzione consentita con citazione della fonte

Image is not available
dal 1996

Idee e proposte per il quartiere

Image is not available
Penso
che...

Le analisi del nostro portavoce

Image is not available
2006-2015

Cinque gruppi, due quartieri

Image is not available
1997-2007

Dodici associazioni insieme

Slider