Le regole monzesi efficaci sono state sviluppate tra il 1996 ed oggi, grazie alla sensibilità dimostrata da quasi tutti i pubblici amministratori - di colori diversi - ai quali la nostra associazione ha chiesto attenzione e proposto soluzioni. Sintetizzando al massimo, la nostra città ha il massimo di tutela per scuole e ospedali che la legislazione nazionale e quella regionale consentono.
Inoltre, l'insediamento di una stazione radio base delle telecomunicazioni, quando è alta sopra un edificio basso, comporta l'obbligo edi un mascheramento edilizio.

Esistono purtroppo anche a Monza molte stazioni radio base imponenti e invasive, tralicci o pali da terra che mal si integrano con il panorama della città. Si tratta quasi sempre di antenne potenti e a lungo raggio, che gestiscono "celle" molto grandi. La soluzione sostenibile è quella di frazionare le celle, aumentando il numero delle antenne, ma piccole e facilmente mascherabili. In questo modo si hanno campi elettromagnetici più bassi e quindi meno rischi per la salute, ma anche una più alta qualità tecnica delle comunicazioni a vantaggio degli utenti.

Lo sviluppo di reti con microcelle e picocelle dovrebbe finalmente realizzarsi con la diffusione della rete 5G. Tuttavia, questa rete presenta nuove ipotesi di rischio non ancora ben definite perchè utilizza frequenze di trasmissione molto alte, con onde cortissime, simili a quelle dei radar (che sono riconosciuti a rischio cancro in determinate condizioni emissive).

© 2020 Associazione HQMonza - riproduzione consentita con citazione della fonte

logo comitato sanfruttuoso
dal 1996

Idee e proposte per il quartiere

isabella tavazzi
Penso
che...

Le analisi del nostro portavoce

logo comitati galleria
2006-2015

Cinque gruppi, due quartieri

logo comitati antenne
1997-2007

Dodici associazioni insieme

Slider