Ma in base a che cosa la realizzazione di una MM a Monza, da sud a nord, è giustificata e urgente? Ecco otto buoni motivi (tra parentesi la fonte dei dati citati).

Perché la M1 in costruzione sino a Bettola serve Cinisello e Sesto, non Monza.

Perché Monza e Brianza sono, insieme a Napoli, le aree in Italia con la più alta densità di abitanti per kmq (ISTAT), elemento chiave per costruire una metro.

Perché Monza e Brianza sono perennemente intasate di traffico e per spostarci impieghiamo tempi lunghissimi ad una media di 32 km/ora (Osservatorio Mobilità UnipolSai), la velocità più bassa di tutta la Lombardia.

Perché Monza è una delle città più inquinate d’Europa (Legambiente) e tra le cau­se c’è sicuramente la mancanza di un trasporto collettivo efficiente.

Perché Monza ha il record nazionale di automobili, in media 7 ogni 10 abitanti neonati inclusi (Ufficio Statistico comunale), una scelta obbligata proprio a causa del trasporto pubblico storicamente carente.

Perché se è giusto e utile aumentare il numero delle stazioni urbane sulle linee ferroviarie, questo non può bastare (Comitati Pendolari) e la frequenza dei treni “S” non potrà essere ulteriormente aumentata sulla Milano-Chiasso (Regione Lombardia) a causa della prevalente destinazione d’uso di questa linea per le merci internazionali.

Perché la crisi economica ha fatto salire a livello esponenziale la domanda di tra­sporto pubblico (ISFORT), purchè sia moderno, efficiente, flessibile, frequente.

Perché solo una MM può portare a Monza più visitatori e contribuire a dare alla Villa Reale, al Duomo e al parco il ruolo turistico e culturale che meritano, con riflessi positivi per i settori commercio e servizi. 

© 2018 Associazione HQMonza - riproduzione consentita con citazione della fonte

Image is not available
dal 1996

Idee e proposte per il quartiere

Image is not available
Penso
che...

Le analisi del nostro portavoce

Image is not available
2006-2015

Cinque gruppi, due quartieri

Image is not available
1997-2007

Dodici associazioni insieme

Slider