Il “mistero” del deposito treni

SE IL COMUNE NON INDICA DOVE FARLO, PERDEREMO LA M5
Ma il Comune di Monza la metropolitana la vuole o no? Non si capisce, perché al di là delle parole, i passi concreti che potrebbe fare non li fa. Un esempio su tutti: prevedere negli strumenti urbanistici dove vada collocato il deposito treni, che è indispensabile e richiede circa 66mila metri quadrati. Non ci sono molti spazi disponibili e dove gli studi preliminari lo suggeriscono, Monza e Cinisello pensano a uffici e grande commercio.

+ Info

Passi avanti, ma molto piccoli

REGIONE E COMUNI FINALMENTE SI SONO SVEGLIATI
Regione, Monza, Cinisello, Lissone e altri comuni finalmente rilanciano la metropolitana di Monza. Lo hanno fatto contestando il Piano della Mobilità di Milano, che non prevedeva uno sviluppo della M5 verso nord, e assumendo iniziative con Stato e Regione Lombardia. La Regione, peraltro, è favorevole al progetto, ma vuole che gli Enti locali, a cominciare dal capoluogo, siano chiaramente disponibili a fare la loro parte.

+ Info

Il DEF 2015 salva il metrò di Monza

NON INDICA I FONDI, MA LO CONFERMA COME OBIETTIVO
Il DEF 2015 predisposto dal Governo salva “Metropolitana Monza”, una delle poche grandi opere non tagliate. Adesso bisogna trasformare le intenzioni in fatti. La “Metropolitana Monza” è una delle 25 (su 419) grandi opere nazionali confermate nel Documento di programmazione economica. In sostanza si tratta dell’estensione della M5 lilla verso nord e verso la Brianza, così come previsto da un accordo del 1999.

+ Info

Image is not available
dal 1996

Idee e proposte per il quartiere

Image is not available
Penso
che...

Le analisi del nostro portavoce

Image is not available
2006-2015

Cinque gruppi, due quartieri

Image is not available
1997-2007

Dodici associazioni insieme

Slider