STANZIAMENTO 900 milioni

Fondi per il metrò
ma è solo il primo passo
Image is not available

I parlamentari della nostra zona, con un’azione unitaria, hanno fatto inserire nella Finanziaria 2019 il 75% dei soldi necessari

URBANISTICA Pensiamo al futuro

Da città del Parco
a moderna città-parco
Image is not available

Per recuperare l’alto livello che Monza aveva un tempo, oggi occorrono boschi urbani nei quartieri ed edifici con verde verticale

EDILIZIA MEGA Via ai cantieri

L’inganno di Bettola
un hub per le allodole
Image is not available

Il centro commerciale sarà triplicato, con conseguenze pesanti sulla viabilità nel sud di Monza e su autostrada e tangenziale nord

ArrowArrow
ArrowArrow
Slider

Home

La bioserra che abbiamo proposto per il sopratunnel, su disegno preliminare dell’arch. Patrizia Portalupi, può essere costruita utilizzando i fondi statali per Expo 2015, perchè rientra nella logica di quella manifestazione internazionale.
Abbiamo raccolto disponibilità della Regione Lombardia a finanziare quest’opera “green”, ma anche disponibilità di massima da parte di grandi e medie aziende a concorrere ai costi di gestione. Abbiamo infine proposto un tavolo di lavoro con gli enti e i privati interessati, per formalizzare l’avvio dell’iniziativa.

Che cos’è la bioserra? Si tratta - in sintesi - di una struttura trasparente che racchiude un vivaio delle specie vegetali tipiche della nostra zona, funzionale alla diffusione delle essenze autoctone e ideale per scopi didattici. Una struttura non-edilizia ecosostenibile, anche di soli 25 metri di diametro, luminosa di giorno e illuminata di notte, capace di contribuire in modo significativo, ma leggero, a dare continuità ai quartieri. Potrebbe essere installata al centro della rotonda di San Fruttuoso, oppure lungo viale Lombardia tra le vie Cavallotti e Vittorio Veneto, su terreno di proprietà comunale.

Questa struttura sarebbe anche un simbolo “green” posto all’ingresso principale di Monza, per chi arriva da Milano e dai raccordi autostradali. Sull’ipotesi della bioserra ha operato per oltre sei mesi un gruppo di lavoro dei cinque “Comitati Galleria”, coordinato dall’arch. Patrizia Portalupi, attraverso lo studio di soluzioni adottate all’estero e incontri con l’assessore all’agricoltura della Regione.

Poiché una struttura di questo tipo comporta, ovviamente, anche costi di gestione che non potrebbero essere sostenuti in toto né dalla Regione né dal Comune di Monza, abbiamo individuato una serie di aziende presenti sul territorio e raccolto tra loro una disponibilità di massima a valutare una compartecipazione ai costi di esercizio. Purtroppo, il sindaco Scanagatti ci ha comunicato informalmente la indisponibilità da parte della giunta comunale, scelta che ci ha molto amareggiato.

© 2013 Associazione HQMonza - riproduzione consentita con citazione della fonte

A MONZA ARRIVA LA FIBRA OTTICA A “1.000” MB     

COSA E’ STATO FATTO E COSA ANCORA MANCA

TANTI DOVREBBE PIANTARNE MONZA OGNI ANNO

TRANSITATI SOTTOTERRA 100 MILIONI DI VEICOLI    

DIECI INIZIATIVE EFFICACI GIA’ SPERIMENTATE     

MONZA CABLATA, MA SANFRU NON ANCORA    

Image is not available
dal 1996

Idee e proposte per il quartiere

Image is not available
Penso
che...

Le analisi del nostro portavoce

Image is not available
2006-2015

Cinque gruppi, due quartieri

Image is not available
1997-2007

Dodici associazioni insieme

Slider