C’è un modo solo per difendere un quartiere residenziale quando, per qualche ragione, è preso d’assalto dal traffico di transito: istituire una ZTL, cioè una Zona a Traffico Limitato riservata ai soli abitanti, restituendo loro la vivibilità. Si tratterebbe di limitare gli accessi nell’anello del borgo storico più un tratto di via Tazzoli ed uno di via Marelli. Le tecnologie consentono soluzioni efficienti con costi ragionevoli, e la possibilità di allargare i permessi di transito secondo necessità.

E’ la richiesta che abbiamo avanzato a più riprese al Comune per il quartiere di San Fruttuoso, dove nelle ore di punta passano 2.500 auto all’ ora del tutto estranee alla vita del quartiere. Nel 2007 abbiamo meglio specificato il tipo di ZTL, indicando come e perchè è possibile ricorrere ad un sistema elettronico che, in automatico, invia le multe ai trasgressori.

La proposta prevede di abilitare al passaggio non solo i residenti nelle vie chiuse al traffico, ma anche tutti coloro che abitano più in generale nel quartiere, oltre a bus e mezzi di soccorso. Obiettivo: recuperare vivibilità, ridurre l’inquinamento e liberare le strette strade del borgo storico. Al Comune vanno gli incassi per le contravvenzioni.

© 2007-2012 Comitato San Fruttuoso 2000 - riproduzione consentita con citazione della fonte

Image is not available
dal 1996

Idee e proposte per il quartiere

Image is not available
Penso
che...

Le analisi del nostro portavoce

Image is not available
2006-2015

Cinque gruppi, due quartieri

Image is not available
1997-2007

Dodici associazioni insieme

Slider