A quasi cinque anni dall’apertura del tunnel sotto San Fruttuoso, la zona in superficie è ancora un cantiere. Solo a fine 2017, finalmente, è stata costruita la pensilina per il bus Z222 all’altezza dell’Esselunga e sono stati installati alcuni cestini, che però restano troppo pochi.

Scarsa l’attenzione al verde del viale Lombardia: ci sono ormai decine di alberi morti che andrebbero sostituiti, mentre altri hanno lo sviluppo frenato da numerosi polloni, cioè rami che crescono in prossimità della base. I tutori degli alberi stessi sono stati finalmente rimossi, dopo insistenti segnalazioni, anche perché in qualche più che aiutare la pianta a crescere dritta, ne stavano stringendo e lesionando il tronco. Ai piedi degli alberi posti negli spazi piastrellati, ancora non sono state messe le previste griglie in ghisa (acquistate da Anas, dove saranno finite?).

E a proposito di aree piastrellate: ce ne sono almeno tre molto ampie (agli angoli con le vie Risorgimento, Carlo Emanuele, Emanuele Filiberto) che secondo il masterplan dell’architetto Kipar andavano destinate a chiosconi che non si sono mai visti. C’è anche un’ampia area tra viale Lombardia e via Gondar adatta per ospitare mercatini, ma non è mai stata utilizzata.

Infine, l’illuminazione del viale è soggetta a guasti un po’ troppo frequenti e le zone spente vengono ripristinate soltanto dopo settimane di buio e di sollecitazioni.

© 2018-2019 Comitato San Fruttuoso 2000 - riproduzione consentita con citazione della fonte

 

Image is not available
dal 1996

Idee e proposte per il quartiere

Image is not available
Penso
che...

Le analisi del nostro portavoce

Image is not available
2006-2015

Cinque gruppi, due quartieri

Image is not available
1997-2007

Dodici associazioni insieme

Slider